Parossismo La Serie Aloe, frutti rossi e misto seme

Parossismo La serie, l’inquietante storia di Liliana nel secondo volume della seconda stagione

Parossismo La serie, l’inquietante storia di Liliana nel secondo volume della seconda stagione. La nostra recensione


Parossismo La serie
Parossismo La Serie Aloe, frutti rossi e misto seme – La copertina

Ansia. Dolori fisici. E diversi pensieri che attanagliano la mente.

Il secondo volume della seconda stagione di Parossismo La serie si presenta in una veste totalmente inedita.

Che partendo da un presupposto semplice si dirige verso un percorso inaspettato e inimmaginabile all’inizio.

Aloe, frutti rossi e misto seme di Giulia Massetto, infatti, emerge per un lavoro particolare e con una prospettiva differente all’interno della saga. Portando a termine a pieni voti un’impresa letteraria non facile, avendo un soggetto all’interno di un solo ambiente, ma molto gobile.

La storia parla di Liliana, una ragazza che, assorta nei pensieri del suo bagno, vuole raccontare la storia del concepimento al bambino che porta in grembo.

Tra innamoramenti folli, delusioni di coppia e tradimenti il racconto guiderà il lettore verso una conclusione impensabile.

Lo scritto dell’autrice si rende degno di nota, come detto, per l’espediente letterario utilizzato.

Far muovere un singolo protagonista all’interno di uno spazio ristretto è qualcosa di molto difficile. Ma Massetto riesce comunque a mantenere vivo il lavoro grazie a flashback, riflessioni e azioni da parte di Liliana al punto da rendere il tutto in continuo movimento, seppur fermo.

Il tratto in questione consente alla scrittrice di spaziare in lungo e in largo e agli spettatori di seguire quel filo tracciato nel racconto. Quasi a seguire la protagonista nelle sue decisioni.

Le sensazioni, su tutte dolore e rabbia, rendono reale lo scritto. Facendo vivere direttamente a chi si trova tra le mani il volume ciò che avverte Liliana in quei momenti particolari.

A tutto questo, inoltre, si aggiunge il colpo ad effetto di Aloe, Frutti rossi e misto seme.

Se all’inizio si è portati a pensare a un determinato epilogo, lo stesso non si può dire una volta scoperta l’inquetante routine del soggetto principale.

L’elemento, fondamentale per l’evoluzione del libro, rappresenta la base di un qualcosa che tende a lasciare a bocca aperta. Stimolando la lettura a ogni cambio di paradigma presentato.

Alessandro Falanga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *