Educazione cinica

Educazione cinica, la realtà quotidiana senza filtri

Educazione cinica, la realtà quotidiana senza filtri sul web. Il nostro racconto del progetto della video agency ComboCut


Educazione cinica
Educazione cinica

Cinico: ” Indifferente ai sentimenti e alla morale comune; privo di tatto, senza filtri”.

Nel 2017 la ComboCut – prima video agency italiana – ha dato forma ad un interessante progetto sperimentale sul web, facendo proprio l’aggettivo citato.

Viene lanciato per l’occasione un format del tutto particolare.

Che reinterpreta la vita di tutti i giorni e la ripropone allo spettatore senza alcun tipo di filtro.

Educazione Cinica.

La serie di video della ComboCut si presenta come un vero e proprio corso “Per aiutare a soffocare definitivamente la tua indole altruista e iniziarti al delizioso menefreghismo del nostro secolo”.

Grazie a questo geniale impianto, Educazione cinica si mostra quindi come la soluzione per affrontare a gamba tesa la realtà di tutti i giorni.

L’impostazione dei lavori è semplice e diretta.

Da una riconoscibile scena quotidiana si passa facilmente – attraverso una sorta di accelerazione dei tempi – ad uno scontro, fino all’inevitabile capovolgimento totale.

L’elemento in questione è un vero e proprio pilastro per tutti i video di Educazione Cinica.

Infatti, grazie anche alla durata dei singoli episodi, non solo si comprime un’intera scena tipo ma si determina una caratteristica – il cinismo – centrale nella struttura dell’idea.

Con una base del genere, centrale è anche il continuo scambio di ruoli.

Ad una situazione conflittuale dominata dalla presunta figura forte, difatti, si contrappone una diametralmente opposta.

In questo caso, protagonista e antagonista – dopo aver inizialmente dichiarato i ruoli – invertono improvvisamente le loro posizioni, andando a ribaltare completamente quanto costruito in precedenza.

La durata, inoltre, risulta fondamentale nell’intero format.

Comprimendo al massimo la scena in questione, Educazione cinica si presenta – in maniera immediata – come soluzione ottimale per affrontare qualsiasi contesto.

La presenza di attori provenienti da varie esperienze, poi, rende il tutto più leggero e scorrevole in modo da avere un impatto immediato sullo spettatore.

A tutto ciò si unisce quel politicamente scorretto che non stona in alcun modo.

In sostanza, il progetto Educazione cinica tende a spingere lo spettatore verso una determinata reazione che – in troppi casi – viene strozzata per quieto vivere nella realtà quotidiana.

A chiudere il cerchio c’è il continuo riferimento a ciò che ci circonda.

Presentando di continuo situazioni tipo, non solo cerca di rappresentare in tutto e per tutto la vita comune ma si invita ad affrontarla – con tanto spirito – in maniera differente.

Alessandro Falanga

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.